• Polpette al vino rosso - Taste14

Polpette al vino rosso

Le polpette al vino rosso sono un secondo di carne rustico e gustoso. Fumanti e profumate, sono ottime per accompagnare la polenta o la purea di patate e diventare così uno tra i più prelibati comfort food della stagione invernale. La carne cotta nel vino con dolcezza diventa tenerissima, al punto da sciogliersi in bocca, e acquisisce aromi unici.

La scelta del vino determina la riuscita perfetta di questo piatto: meglio un rosso corposo e non troppo invecchiato. Barbaresco, barolo, barbera, nero d’Avola, cabernet sauvignon, di questo piatto il vino è il protagonista ancor più della carne che va scelta, comunque, selezionata e di qualità. Tra i vini rossi della selezione di Taste14 potrai senz’altro trovare quello più adatto al tuo piatto.

Osa e sperimenta anche con le erbe. Non devono mancare ginepro e rosmarino ma puoi aggiungere ulteriori profumi utilizzando salvia, alloro e aggiungendo, fuori dal fuoco, una generosa spolverata di prezzemolo tritato fine. Il bello di questo piatto così semplice è che puoi trasformarlo e renderlo così unico e speciale da essere adatto persino al menù delle grandi feste invernali.

Per gustarlo al meglio servilo ben caldo (puoi prepararlo in anticipo e scaldarlo al momento aggiungendo poca acqua e facendo restringere nuovamente) irrorato dal suo sughetto e abbinalo con il vino utilizzato in cottura.

  • (4.5 /5)
  • (2 Valutazione)

Istruzioni

  • 1. Ammolla il panino (intero o a pezzi) in acqua fredda, strizzalo e uniscilo alla carne trita.
  • 2. Aggiungi l’uovo, il Parmigiano e un pizzico di sale e mescola tutto con le mani fino ad ottenere un impasto sodo e modellabile. Se fosse troppo liquido puoi aggiungere poco pan grattato.
  • 3. Forma tante polpettine della dimensione di una noce e passale in forno, a 200° per circa 15 minuti.
  • 4. In un tegame fai appassire la cipolla tagliata fine in circa due cucchiai di olio EVO. Aggiungi le polpettine e falle dorare poi sfuma con il vino rosso.
  • 5. Unisci al vino le bacche di ginepro e il rosmarino e fai cuocere il tutto a fiamma bassa fino a che il vino non si sarà ritirato e addensato (ma non farlo asciugare troppo).
  • 6. Servile ancora calde con polenta o purea di patate.

Condividi

About Chef

Valentina Masullo

Blogger a mezzo servizio. Ha un impiego di copertura, un'anima geek e una moltitudine di passioni creative. Cucina, fotografa e racconta storie di cibo buono, sentimenti e buone sensazioni.

Sito web: