Le spezie di Natale

Condividi

Biscotti, pane, torte, dolcetti tipici, punch e tisane in ogni parte del mondo le vere protagoniste del Natale in cucina sono le spezie. Aggiungono sapore e atmosfera ai piatti più tradizionali, alcune sono così belle che sono perfette anche da utilizzare nelle decorazioni festive e sono anche un’ottima idea regalo, utili anche quando Natale sarà finito per le loro molte proprietà.

Se non sai quali scegliere ti lascio questa lista con proprietà, benefici e consigli di utilizzo delle spezie di Natale più diffuse e tipiche.

La cannella

Spezie di Natale - Cannella

È la regina delle spezie di Natale. Esiste in due varietà: una più pregiata, originaria dello Sri Lanka e l’altra più economica, di origini cinesi. Si tratta di piante diverse da cui vengono ricavati prodotti simili. Per riconoscere la cannella di qualità bisogna valutare il colore (quella migliore ha un bel color nocciola, quella meno nobile vira verso un colorito rossiccio) e lo spessore della corteccia che deve essere il più sottile possibile. Viene commercializzata in polvere o sotto forma di cannelli di corteccia essiccata. È ricca di tannini, antiossidanti naturali e ha proprietà antibatteriche e antisettiche, rafforza il sistema immunitario, coadiuva la digestione e viene utilizzata anche come rimedio per i dolori mestruali. Ha un gusto dolce e al contempo piccante, è la base di tutti i mix di spezie natalizi, nella cucina orientale si usa anche per preparare il curry e per insaporire carni e zuppe.

Suggerimento: utilizzala come infuso – non più di due tazze al giorno – per alleviare i sintomi di influenza e raffreddore.

La vaniglia

vaniglia_motÈ il baccello di una pianta tropicale che arriva nelle nostre cucine dopo essere stato disidratato e asciugato per dare maggior vigore al suo delicato profumo. Della vaniglia si usano i piccolissimi semi contenuti all’interno della bacca, che viene incisa e raschiata. La migliore sul mercato è quella del Magascar, in particolar modo quella coltivata sull’isola di Bourbon (La Riunione). Ha un gusto dolce e aromatico, vagamente esotico. Viene utilizzata per aromatizzare creme, gelati, torte e budini, viene utilizzata soprattutto in abbinamento con il cacao. In cucina si usa anche la bacca, intera o già svuotata, per aromatizzare zucchero, liquori o altre bevande. Si può trovare in commercio anche sotto forma di estratto. La polvere commercializzata come vanillina è un aroma (lo stesso contenuto anche nella vaniglia fresca) ottenuto con un procedimento di sintesi.

Suggerimento: Conservala in un barattolo ermetico per non più di sei mesi.

Lo zenzero

Spezie di Natale - Zenzero

È una radice di origini orientali, molto utilizzata soprattutto in India e in Cina. Si usa fresca o essiccata e polverizzata. Ha proprietà digestive, antinausea e antiinfiammatorie e ha effetti positivi anche sulla circolazione. Ha un gusto fresco e agrumato caratterizzato da un retrogusto più caldo fatto con note piccanti e aromatiche. Se ne possono fare tisane o infusi, si usa in preprazioni sia dolci che salate e candito è una vera prelibatezza.

Suggerimento: Utilizzalo per preparare una vinaigrette aromatica per profumare l’insalata.

La noce moscata

Spezie di Natale - Noce moscata

È un seme di forma ovoidale che contiene uno speciale olio aromatico dal profumo assai caratteristico ed esotico. Viene utilizzata grattugiata, in piccole dosi poichè ha un gusto molto forte e se ingerita in grandi quantità può provocare allucinazioni. La si trova specialmente nle preparazioni a base di latte o latticini e carne (creme, salse, budini, ripieni). Ha proprietà antisettiche e aiuta la digestione.

Suggerimento: ha un sapore intenso e caldo, non deve mai mancare nel vin brulè.

I chiodi di garofano

Spezie di Natale - Chiodi di garofano

Sembrano chiodini ma sono in realtà boccioli essiccati dal profumo intenso, fruttato e aromatico. È una delle spezie più utilizzata in medicina, anche in quella moderna. Viene impiegato come antisettico e analgesico, ha un forte potere antiossidante e tonificante e aiuta la circolazione. Si utilizza per aromatizzare dolci, liquori, salse, zuppe e stufati. Accentua il gusto delle carine e quello dei formaggi stagionati.

Suggerimento: Fora la buccia di un’arancia e inserisci alcuni chiodi di garofano e tienila in cucina come deodorante, è utilissima per eliminare gli odori più forti.

L’anice stellato

Spezie di Natale - Anice stellato

È un frutto di origini arientali che si consuma essiccato. Ha una consistenza legnosa e la forma di un stella a otto punte ognuna delle quali contiene un seme aromatico. Per essere utilizzato va fatto bollire e poi macinato. Ha un gusto lieve di liquirizia e si usa per insaporire dolci e pietanze salate. Ha proprietà antibatteriche, digestive e diuretiche. Viene utilizzato, sotto forma di olio essenziale, anche per curare alcuni disturbi della pelle. Va consumato con moderazione ed è controindicato nei bambini.

Suggerimenti: Prepara un decotto di anice stellato per favorire la depurazione del fegato.

Cerchi ispirazione per utilizzare e presentarle al meglio? Guarda la bacheca Pinterest che abbiamo preparato per te

Follow Taste14’s board Christmas spice & Topping on Pinterest.

Condividi

, , , , , , , , , ,

Comments are closed.