Come organizzare un picnic perfetto

Condividi

Che sia al parco in città, su un bel prato, nel bosco o in riva al mare, il picnic è sinonimo di relax. Mangiare all’aperto ha il fascino della libertà ma può essere anche motivo di disagio se non si pensa con cura all’organizzazione dell’evento. L’obiettivo è quello di creare un’atmosfera informale, mettere a proprio agio i presenti e godere del momento. Mettere a punto il picnic perfetto può rivelarsi insidioso quando ci si ritrova lontani delle comodità di casa.

Picnic all'aperto

Fondamentale è la buona compagnia ma, perchè la giornata sia piacevole e leggera e tutto vada per il verso giusto, ci vorrà qualche piccolo accorgimento.

È importante scegliere il luogo con attenzione, assicurarsi di avere una buona zona d’ombra, soprattutto nelle ore centrali della giornata, e verificare che nella zona sia consentito sostare e banchettare. Seppur meno poetiche le aree attrezzate sono spesso un’ottima soluzione per un picnic con qualche agio in più.

Anche l’abbigliamento ha il suo ruolo per la riuscita di un picnic, penare per scarpe scomode o abiti poco adatti renderebbe tutto più complicato. Largo a vestiti comodi e pratici, cappelli e occhiali per proteggersi dal sole, eventualmente un golfino potrebbe tornare utile se dovesse alzarsi il vento. Scarpe chiuse se si va per boschi e sandali facili da sfilare per la spiaggia.

Cosa non deve mancare

Il cestino da picnic è utile per trasportare stoviglie e cibo a temperatura ambiente e può essere acquistato in una cesteria o nei negozi di casalinghi o, con un po’ di spirito creativo, si può realizzare anche un cestino unico fatto a mano. I meno avvezzi al fai da te possono eventualmente ripiegare su borse di tela o un borsoncino da palestra pulito, molto meno suggestivi ma ugualmente funzionali.

Tante idee per il tuo cestino da picnic sulla nostra board Pinterest

Follow Taste14’s board Pic Nic basket on Pinterest.

Nel cestino ci andranno le stoviglie necessarie. Meglio sceglierle di plastica lavabile e riutilizzabile. Se non c’è alternativa all’usa e getta l’ideale, per ridurre brutture e impatto ambientale, sono quelle in materiale compostabile, che vanno cioè riciclate insieme all’umido. Le posate di legno, anche queste riciclabili, si trovano facilmente anche al supermercato e sono pratiche, leggere e carine da vedere. Per evitare sprechi possono essere personalizzate, per essere sempre riconoscibili, con piccole etichette, cordini colorati o washi tape. Non serviranno piatti se si trasporta il cibo già porzionato in comodi barattoli di vetro con coperchio ermetico.

Cestino con vino

Non dimentichiamo il vino. Il picnic non è solo relax ma anche buon cibo, accompagniamolo con del buon vino bevendo responsabilmente e, eventualmente, individuando un guidatore designato che si impegni a una giornata di sobrietà.

Per trasportare e conservare eventuali alimenti da tenere al fresco meglio scegliere un cestino termico o una borsa frigorifero e tenere in freezer dei siberini pronti all’uso per mantenere tutto alla giusta temperatura.

Che non manchi una coperta o un ampio telo di cotone spesso. Che sia per prati o per spiagge meglio portare con sé anche un telo cerato per proteggersi dall’umidità del suolo. In commercio esistono anche plaid con il fondo impermeabile, facili e pratici da trasportare e utilizzare. Anche teli supplementari su cui stendersi per un sonnellino ristoratore torneranno senz’altro utili.

Necessari i tovaglioli di carta, acqua fresca, succhi di frutta senza dimenticare eventuali utensili necessari per aprire bottiglie o barattoli. Importantissimo procurarsi sacchetti a sufficienza per raccogliere e differenziare gli eventuali rifiuti che non vanno mai abbandonati sul posto.

Quando si va all’aperto nella bella stagione meglio avere a portata di mano del repellente per insetti e eventuali stick lenitivi dopo-puntura. Se si sceglie il mare, serviranno anche i salviettoni e le ciabatte per il bagno.

Picnic in spiaggia

Il menù

Un menù vario e leggero non potrà che migliorare l’esperienza. Tramezzini, piccoli panini rustici farciti con affettati e formaggio, focacce, pizze ripiene e torte salate già porzionate sono molto pratici, possono essere mangiati semplicemente con le mani e sono gustosi anche da freddi. Freddo è infatti la parola d’ordine. Perfette in piccoli contenitori monoporzione anche insalate di pasta o cereali. Non deve mancare la frutta fresca, meglio se già pulita e tagliata, perfetta una macedonia in barattolo.

Ottimo e rapido anche un pranzo a base di crostini. Basterà acquistare del pane fresco, affettarlo sul posto e farcirlo con creme, patè e pesti preparati in casa o acquistati in conserva.

Se si ha a disposizione l’attrezzatura e ci si trova in un’area che lo concede, un modo assai festoso di allietare il picnic è il barbecue. Carni, pesce e verdure cotte alla griglia sono una vera delizia per tutti i palati. Da non dimenticare il necessario per la cottura (attrezzi per la cottura, condimenti e carbonella) e per ripulire il barbecue. Imprescindibili le salse per accompagnare la grigliata.

Barbecue

Il picnic romantico

Per impreziosire un picnic a due aggiungiamo candele e fiori per creare atmosfera e, senza infastidire i vicini o gli eventuali animali, anche un po’ di musica di sottofondo per scaldare gli animi. Per un picnic davvero perfetto pensiamo a menù da mangiare insieme, in stile Lilly & il Vagabondo.

Il picnic in famiglia o tra amici

Il picnic di gruppo è un evento festoso. Organizziamo giochi da tavolo e attività di gruppo per migliorare l’esperienza collettiva e tenere alto il morale. Teniamo conto delle esigenze alimentari di ognuno dei partecipanti (intolleranze o allergie, diete particolari) perché tutti possano godersi l’esperienza.

Il picnic con i bambini

Picnic con i bambini

Se al picnic partecipano dei bambini pensare alle loro necessità di piccoli li metterà a loro agio e sarà più facile per tutti divertirsi in serenità. I bambini hanno bisogno di correre e divertirsi. Giochi all’aperto e attività pensate per loro li aiuteranno a vincere la noia e incanalare le molte energie.

Anche il cibo dovrà essere adeguato al gusto e alle necessità dei più piccoli o sarà necessario preparare per loro un menù dedicato. Potrebbe essere infine utile avere a portata di mano salviettine umidificate e un cambio d’abiti.

Condividi

, , , , ,

Comments are closed.