Cinque regali da fare a un foodie

Condividi

Lui (o lei) è quello che sa sempre dove portarti a mangiare cose speciali, conosce preparazioni a base di uova di pesce fermentate che voi umani, si prepara in casa il pane con farine di grani antichi, le brioche sfogliate con burro della Patagonia, la pasta sì, ma solo di Senatore Cappelli e per Natale solo pandoro solo con ricetta Massari. Tu alterni spese salutiste a base di tofu e yogurt 0,1% di grassi a cene a base di pizza surgelata e Nutella a cucchiaiate e adesso, nel carrello devi mettere un regalo che lo faccia felice.

La premessa è che un vero food lover è felice quando mangia. Regalargli del cibo, però, può essere un azzardo. Se proprio vuoi essere certo di non sbagliare evita assolutamente prodotti da grande distribuzione e scegli eccellenze, piccoli produttori e prodotti selezionati. L’elenco dei presìdi Slowfood italiani è lungo e può offrire numerosi suggerimenti. Miele, olio, riso. salumi, formaggi, legumi, aceto balsamico, frutta secca, ortaggi, aceto balsamico, spezie, erbe e carni pregiatissime: il nostro territorio offre prodotti di grande pregio. Sceglili nella tua zona oppure ordina online e ricevi direttamente a casa quelli che arrivano dagli angoli più remoti del Paese.

Ordinare i regali online

Un buon compromesso per sorprenderlo con il cibo senza rischiare l’errore imperdonabile può essere quello di regalargli materie prime che potrà utilizzare per le sue preparazioni. Si va dal classico cesto natalizio, magari con prodotti selezionati, oppure ci si può orientare su un kit tematico: un set completo di stuoino di bambù, alga nori, riso e mirin per l’amante dell’oriente, tutto il necessario per la cucina molecolare per lo sperimentatore, accessori e ingredienti per cominciare a fare la birra in casa per il foodie che ama le serate tra amici.

Se regalargli cibo è una roulette russa meglio, allora, riempirgli il bicchiere. Ubriacagli i sensi con una bottiglia unica, magari lasciandoti ispirare da queste 50 proposte tra i migliori vini d’Italia, o con una birra artigianale. Lo stivale è letteralmente costellata di microbirrifici che producono nettare dagli aromi così unici da andare ben oltre il classico abbinamento con la pizza. Cliccando qui potrai trovare una mappa per localizzare quello più vicino a te.

Bottiglie di vino

Al gourmet che ama mangiare fuori e farsi coccolare e straviziare piacerà senz’altro un libro che possa suggerirgli nuove scoperte gastronomiche. Ce n’è per tutti i gusti:

I ristoranti d’Italia del Le Guide de L’Espresso è per tutti. 2700 locali selezionati, provati e recensiti perchè pranzi e cene fuori non siano più un problema, ovunque un foodie si trovi
Il Mangiarozzo 2016. Il mangiare buono e semplice. Trattorie, piccoli ristoranti a conduzione familiare, osterie storie e tradizioni della cucina italiana più verace e tradizionale e di alta qualità
Guida al miglior cibo di strada italiano. L’arte del cibo povero dei vicoli, la gastronomia nata dalla necessità e diventata eccellenza e memoria, questa guida è per chi ama le scoperte dai gusti forti e non ha paura di sporcarsi le mani
Pasticcieri & Pasticcerie. Irresistibile per i più golosi. La storia e i luoghi dove trovare il meglio dell’eccellenza e le novità più interessanti del panorama dolciario italiano
Slow wine 2016 è un viaggio alla scoperta del vino in Italia. Non solo recensioni e non solo cantine ma la storia del vino e delle persone che lo fanno. Un testo interessante e utile anche per i meno esperti in materia

Taglieri in legno

Al foodie amante della cucina perché, invece, non regalare utensili o attrezzi da cucina particolari? A seconda del budget e delle sue passioni puoi scegliere dei tagliabiscotti, un set di bocchette per sac à poche, forme per ghiaccio originali, taglieri multifunzione, piccoli elettrodomestici o accessori per quelli che già possiede, oppure scegliere tra le novità all’ultima moda: il temperino pela carote, lo spiralizer, l’essiccatore elettrico, la centrifuga o l’estrattore di succo. Se ama il vino orientati invece su set e accessori per il vino. Raffinati ed eleganti, non puoi sbagliare.  E se è uno di quelli che ha proprio già tutto prendila sportivamente e scegli una qualche stranezza che possa lasciarlo a bocca a aperta come la tazza per il caffellatte automescolante, le mascherine per decorare il cappuccio con il cacao, un infusore a forma di sottomarino giallo o di paperella da far galleggiare sul tè, un timer dalla forma originale o uno di quelli che si colleghi via bluethoot allo smartphone oppure uno di quei tostapane che gli lasci un bel messaggio sul pane tutte le mattine: ehi, tu, ma quanto la fai difficile?

Condividi

, , , , , ,

Comments are closed.